Fallout 4 usa lo stesso motore di Skyrim? - Black Baron Blog

fallout-4-landscape
giu
15

Fallout 4 usa lo stesso motore di Skyrim?

I nuovi video di Fallout 4 hanno già fatto il giro della rete. Ed il titolo sembra davvero genuinamente bello. Le differenze stilistiche con il terzo capitolo sono davvero notevoli. Fallout 4 è ben illuminato, ha moltissimi boschi e piante, ed è -oh cielo- colorato. Davvero, un bel colore dai toni caldi, accesi, che contrasta con il monotono grigiore post-apocalittico dei suoi predecessori.

Ma tutto questo non gira su un nuovo engine next-gen. Sembrerebbe che Fallout 4 sia stato realizzato utilizzando tecnologia in comune con la scorsa generazione di giochi Bethesda. Come confermato tramite un breve commento durante la conferenza stampa all’E3 di Bethesda, Fallout 4 trova le sue fondamenta su “una versione di nuova generazione del Creation Engine (proprietario motore di Bethesda)“. Il che significa che il motore stesso è una versione modificata della stessa tecnologia che ha dato i natali a Skyrim quattro anni fa. Lo stesso Skyrim però non utilizzava un vero e proprio motore nuovo nemmeno nel 2011; infatti il Creation Engine era in realtà una versione aggiornata e modificata di Gamebryo, lo stesso motore utilizzato da Bethesda per Fallout 3 e Oblivion.

Nonostante ciò, i volti senza vita degli NPC nei giochi di ruolo Bethesda sembrano finalmente aver avuto una fine; lo studio pare finalmente aver iniziato a investire in una nuova tecnologia, evolvendo il Creation Engine fino a renderlo quasi irriconoscibile. Potremo cambiare tra prima e terza persona, potremo finalmente vedere personaggi non giocanti che non sembrino bambolotti parlanti. Per la prima volta persino il nostro protagonista parlerà.

Fallout 4 arriverà il 10 Novembre su PC, PS4 e Xbox One.

Per un recap di tutte le notizie dall’E3, clicca qui.

Fonte: gameinformer

Prenota Fallout 4 da Amazon (?)

 

About Amedeo Davit

Appassionato di gaming dalla tenera età, ha fatto dei videogiochi la sua passione preferita insieme alle arti marziali e alla scrittura. Scopri di più sulla pagina staff.

Leave a comment

You must be logged in to post a comment.